EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Atmosfere d’Autunno – Dalla foglia alla tazza: il Tè

Date - ottobre 8, 2015 Category - News

L’autunno è arrivato portando con sé i suoi sapori ricchi. Zucca, castagne, funghi, sono alcuni degli alimenti tipici di questa stagione. Per soddisfare la voglia di qualcosa di caldo, parliamo del , la bevanda che dopo l’acqua è la più diffusa al mondo. Conosciamola meglio.

Il tè è una bevanda che si ottiene attraverso l’infusione delle foglie di una pianta legnosa, la Camelia sinensis, che può essere miscelata anche con altre spezie, essenze o erbe.

Com’è noto, in commercio esistono diverse varietà, ma tutte derivano dalle foglie della stessa pianta. Ciò che rende ogni tè differente è il tipo di trattamento a cui sono sottoposte le foglie e che prevede diversi gradi di ossidazione, ossia di fermentazione. La pianta del tè viene coltivata principalmente in Bangladesh, Cina, India, Giappone, Kenya e Sri Lanka.

In generale le tipologie principali di lavorazione riguardano quella del tè nero, del tè verde e del tè oolong. I tè neri sono fermentati, i tè verdi non sono fermentati, gli oolong sono semi fermentati.

In occidente per tradizione si consuma per lo più tè nero. Esso svolge un’azione energetica, previene la sensazione di freddo e rimuove il senso di stanchezza.

Il tè verde, prevalentemente consumato in varie regioni asiatiche, ha un’azione dissetante, depurativa e benefica per l’igiene orale.

Il tè semi fermentato, invece, svolge un’azione benefica per la gola e la pelle, stimola la diuresi e allevia il senso di calore.

Vi sono poi il tè bianco che svolge un’azione benefica per il fegato e per la vista; il tè giallo che possiede proprietà antiinfiammatorie ed esercita un’azione digestiva, depurativa e stimolante del senso di appetito; il tè rosso che si riferisce anche al karkadè o all’infusione di roobis del Sudafrica, ma non contiene Camelia sinensis.

Contrariamente al senso comune, non bisogna utilizzare l’acqua bollente (100°C), dal momento che l’alta temperatura “cuoce” le foglie e distrugge gli aromi e i componenti del tè. Bisogna far raffreddare l’acqua per circa 30 – 60 secondi facendole raggiungere la temperatura ottimale adatta al tipo di tè.

Comments are closed.