EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Campus enogastronomico Medeaterranea

Laboratorio di ricerca artigianale e scientifica sulla gastronomia, con Borse di studio e collaborazioni con Enti Italiani e Stranieri con un forte movimento trasversale e interdisciplinare che parte dall’educazione Alimentare.

 

[. .. ]l’!idea nasce con il duplice scopo di scambiare le idee, i progetti, le culture, le tradizioni, le conoscenze dei vari popoli al fine di sviluppare un processo di conoscenza che dal mondo antico ad oggi possa tracciare la strada per il nostro futuro e di raccogliere in un vasto territorio, quale quello della nostra Regione, tutte quelle identità di carattere culturale, tradizionale, antropologico, artistico delle bellezze naturali, archeologiche e di sintetizzarle in un percorso dei 5 sensi, accomunando il mondo della scienza alimentare, accattivando i  sensi del gusto:

… visivo della bellezza (natura, paesaggi, archeologia, arte), prodotti tipici che da millenni appagano il fuoco del senso del gusto visivo;

… uditivo (la musica, la natura, il clima, il mare, il suono) del cibo, del vino, la chimica della cottura che penetra nel nostro cervello per fissare con l’udito il gusto la spettacolarità di questa opera;

… olfattivo (i profumi della natura, il mare, la montagna, i boschi): il senso congiunto del bene nel gusto dell’olfatto;

… tattile: contatto fisico che dalla nascita alla morte accompagna un rito umano unico che è quello di creare l’arte: la scultura, la pittura, la musica, il lavoro, il gusto di accarezzare il cibo, di creare dall’energia delle mani quello che le macchine non potranno mai fare, c’è una energia “quasi invisibile” che accompagna il gusto del tatto, è il creatore di un prodotto unico, capace insieme ad altri con la fortuna di uno Chef di ultima concezione per creare grandi cose;

… infine il senso del gusto del palato sublime solo a se stesso, l’essenza della musica, del gusto dell’arte, etc. In questo ultimo gusto si concentrano il tatto, l’olfatto, l’udito (il rumore del cibo), la vista e l’immaginazione, tutti elementi per elevare al massimo esponenziale la felicità del gusto [. .. ]

L’uomo, da grande esperto e da essere attento e premuroso, non a caso odia la massificazione del cibo, dei prodotti, del gusto, perché sa che la mistificazione industriale dei prodotti potrà portare all’alterazione anche totale dei 5 sensi su descritti, facendo scomparire dalla memoria e dal cuore le sensazioni più belle ed i ricordi più belli dell’uomo. Il  transgenico, , i prodotti di sintesi e la chimica sfrenata alterano prima di tutto il ciclo dei sensi e poi quello della vita chimica, mortificando e addirittura uccidendo il senso del gusto della vita del gusto dove tradizioni antropologiche, storia, cultura e popoli hanno combattuto e vinto la battaglia per migliorare la qualità della vita… Queste battaglie devono essere di esempio per poter aiutare gli altri popoli, ecco perché ci proponiamo in modo utile a fianco di tutte quelle associazioni, fondazioni, enti ed organismi per realizzare progetti, idee e convinzioni, per portare nei vari territori ed alle varie popolazioni la nostra esperienza culturale, scientifica, didattica e professionale ed anche commerciale al fine di insegnargli ad utilizzare al meglio le loro risorse naturali, esaltare la loro tradizione e la loro cultura locale e proporre sul mercato i loro prodotti, per uno scambio continuo fra i popoli e per educare al meglio gli uomini ad un corretto uso dell’energia alimentare, che è fonte di vita per tutti[. .. ]