EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Carne rossa e cancro: il punto sulla situazione

Date - novembre 10, 2015 Category - Uncategorized

Le carni lavorate, come salsicce, hamburger, pancetta, sono più soggette ad agenti cancerogeni. L’International Agency for Research of Cancer dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), ha intenzione di inserire la gamma di carni rosse all’interno degli alimenti cancerogeni.

Si era già a conoscenza del fatto che tra le cause di tumori all’intestino vi erano anche le carni rosse, ma solo se assunte troppo di frequente nella propria dieta, tutti i giorni e più volte al giorno.
Questo forte allarme però nasce da uno studio pubblicato sulla rivista Nature, effettuato da parte di alcuni ricercatori che consigliano di limitare il consumo di carni rosse a 70g al giorno e non di eliminarle completamente. Se è possibile cercare di non assumerle tutti i giorni.

>>> L’Oms avverte: mangiare 10 chili di carne al giorno potrebbe fare male <<<

Oltre agli elementi conosciuti proprio per i danni all’organismo, come l’alcol, l’amianto, le sigarette, l’arsenico, che vanno eliminati, vi sono sempre quelli che vanno ridotti consapevolmente, ma non eliminati del tutto.
La scelta del cibo effettuata con criterio consente di non rinunciare a nulla, ma di puntare alla qualità, sancita da un processo di rintracciabilità alimentare.

>>> Il formaggio come droga: i latticini che creano dipendenza <<<

Comments are closed.