EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Dieta mediterranea, piccola storia di uno stile di vita

Date - aprile 20, 2016 Category - Uncategorized

Sire Ricevimenti d’Autore catering a Napoli

La Dieta Mediterranea non è un programma dietetico volto a dimagrire né una semplice moda alimentare, è un insieme di conoscenze e tradizioni sociali e culturali storicamente tramandate.

Il primo studioso che diede visibilità internazionale alla Dieta Mediterranea fu Ancel Keys, biologo, fisiologo ed epidemiologo americano, i cui studi spaziarono dall’analisi dei fabbisogni energetici dell’uomo alla biologia del digiuno, dalle ripercussioni fisiche e psicologiche di un’alimentazione incongrua fino al ruolo dei grassi animali nelle patologie cardiovascolari.

Sire Ricevimenti d’Autore matrimonio a Napoli

Nel contesto di questi studi, Keys rimase colpito dalle abitudini alimentari della popolazione del Cilento, caratterizzata soprattutto da alimenti di origine vegetale, egli si trasferì in Italia, precisamente in un piccolo paese chiamato Pollica, dove rimase per circa trenta anni adottando lo stile di vita mediterraneo. Qui, insieme a sua moglie Margaret Haney, ebbe la possibilità di approfondire i suoi studi sull’alimentazione meridionale e su come essa sia alla base della scarsa diffusione di malattie cardiovascolari, che negli Stati Uniti, soprattutto negli anni ‘50, erano largamente diffuse.

Sire Ricevimenti d’Autore matrimonio a Napoli

In seguito verificò le sue ipotesi conducendo una ricerca chiamata “Seven Countries Study”, basata sul confronto dei regimi alimentari di 12000 persone di età compresa tra 40 e 59 anni, sparse in sette paesi del mondo e cioè: Finlandia, Giappone, Grecia, Italia, Olanda, Stati Uniti e Jugoslavia. I risultati dell’indagine non lasciarono dubbi sul fatto che la bassa incidenza di malattie cardiovascolari presso le popolazioni rurali del meridione, fosse dovuta al tipo di alimentazione che queste popolazioni adottavano per tradizione secolare.

Nel 1975 Ancel Keys e la moglie Margaret pubblicarono un libro dal titolo “Mangiar bene e stare bene, con la dieta mediterranea”, dove vengono delineati i concetti base della Dieta Mediterranea e dove i due autori danno precise informazioni sul rapporto tra malattie cardiovascolari e tipo di dieta. La Dieta Mediterranea, intesa, come spiega l’etimologia, come modo di vita prevede un’alimentazione a base di: cereali integrali e derivati, olio d’oliva e vino (in quantità moderate); gli altri alimenti che caratterizzano questa dieta sono rappresentati da altri prodotti tipici campani come verdure, legumi, ortaggi, frutta, pesce, uova, formaggio e infine poca carne rossa.

A dimostrazione dell’importanza dei saperi e dei sapori contenuti nella Dieta Mediterranea, il 16 Novembre 2010 il comitato intergovernativo dell’Unesco riunito a Nairobi, ha riconosciuto la Dieta Mediterranea come patrimonio immateriale culturale dell’umanità.

Sire Ricevimenti d’Autore matrimonio a Napoli

Oggi, soprattutto nel caso del matrimonio a Napoli, i catering valorizzano i prodotti della dieta mediterranea e ne prendono spunto per rendere i menu buoni ed equilibrati. Insomma questo stile di vita è adottato sempre più, sia nella vita quotidiana che nel caso di festività e ricevimenti.

Sire Ricevimenti d’Autore catering a Napoli

Comments are closed.