EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

FOOD ACT CAMPANIA – CULTURA E IMPRESA A CONFRONTO

Date - dicembre 14, 2015 Category - Uncategorized

Il convegno tenutosi alla Mostra d’Oltremare a Napoli, il 5 Dicembre 2015, ha permesso un confronto tra il mondo accademico e imprenditoriale nei temi della sicurezza alimentare e nella consapevolezza della qualità agroalimentare italiana, soprattutto nel Mezzogiorno.

Sul canale di Eatparade sono presenti diverse interviste ai presenti.

Amedeo Lepore – Regione Campania Assessore Attività Produttive – indica le modalità attraverso cui in Campania e nel Mezzogiorno è possibile realizzare un vero e proprio sistema delle produzioni enogastronomiche, capace di racchiudere al suo interno i produttori agricoli, industriali, i prodotti, fino alle imprese e ai consumatori.
Questo sistema può fungere da macrocosmo per le singole cellule di eccellenza e concorrere all’internazionalizzazione della regione Campania.
Cultura, ricerca e produzione sono gli anelli della catena agroalimentare da tenere saldi.

Vincenzo Borrelli – Sire Ricevimenti d’Autore – afferma che nel convegno Food Act si è discusso della ristorazione di qualità italiana, con particolare attenzione all’incontro tra università e imprese.

Marino Niola – Professore di Antropologia all’Università Suor Orsola Benincasa – definisce il Food Act la vera “Costituzione della Dieta Mediterranea”. Una macchina economica per il Mezzogiorno d’Italia, in cui le grandi tradizioni possono diventare distretti produttivi.

Antonella Miletti – Professore Diritto dell’Impresa Agricola e Agroalimentare Federico II – ricorda l’evento della “mucca pazza” come valvola iniziatica dell’art. 2 Regolamento CE n. 178/2002, che ha contribuito ad accelerare il processo di sicurezza alimentare nell’interesse pubblico.

<iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/TEZDV0hupEI” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>

Comments are closed.