EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

La dieta più adatta

Date - ottobre 8, 2015 Category - News

Sulla base dei sette gruppi di alimenti appena elencati, è abbastanza facile pianificare una razione alimentare che risulti equilibrata e adeguata alle diverse necessità. Basta tener presente una regola fondamentale: ogni giorno si deve consumare almeno uno degli alimenti contenuti in ciascun gruppo. Data la ricchezza di alimenti in ciascun gruppo, in questo modo sarà anche possibile organizzare pasti abbastanza variati.

La dieta deve innanzitutto assicurare il giusto apporto energetico in base all’età, al sesso, all’attività fisica, alle condizioni climatiche e agli stati fisiologici particolari, ma deve anche tener conto delle esigenze psicologiche, di gusto, sociali, regionali ed economiche.

La dieta risulta equilibrata e salutare se riesce a soddisfare i bisogni nutritivi di colui a cui è destinata e se riduce i rischi di insorgenza delle malattie da sovraconsumo. Inoltre, la dieta risulterà equilibrata se i vari nutrienti in essa contenuti si troveranno in un giusto rapporto tra loro, rapporto che deriva dalla diversa funzione che essi svolgono, ma che può anche essere duplice (ad esempio, plastica ed energetica) come nel caso delle proteine, con prevalenza dell’una o dell’altra.

Una dieta equilibrata non si esaurisce però nella giusta introduzione energetica globale e neppure nel giusto rapporto tra nutrienti, ma prevede una corretta distribuzione nell’arco delle 24 ore. È infatti opportuno suddividere l’assunzione del cibo in più piccoli pasti anziché concentrarli in 2 o 3 pasti abbondanti. In tal modo l’apparato digerente ne trarrà sicuri vantaggi poiché non verrà sottoposto a periodi di intenso lavoro alternati a periodi di inattività conseguenti ai lunghi intervalli tra un pasto e l’altro.

Comments are closed.