EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Le migliori pizzerie d’Italia del Gambero Rosso 2016.

Date - ottobre 2, 2015 Category - News

 

Pizzerie d’Italia del Gambero Rosso è la guida dedicata all’arte bianca e comprende sia la pizza classica, sia quella creativa. La copertina di Ottobre 2015 è dedicata proprio all’edizione 2016 delle migliori pizzerie d’Italia, dal titolo “Mille e una pizza” con i migliori impasti d’Italia, le tendenze e le novità, ad esempio Napoli, patria della pizza, che segue la strada gourmet.

I cibi più strani da mangiare all’Expo di Milano

Lunedì, 21 Settembre, a Palazzo Caracciolo (Napoli), in occasione della presentazione della nuova guida, si sono incontrati i migliori pizzaioli. Ogni anno, vengono premiati i vincitori dei Tre Spicchi, con la consegna dei diplomi e, a seguire, la degustazione di pizza in abbinamento con calici di rosè “Chiaretto” del Consorzio Tutela vini del Bardolino, poiché, il Partner esclusivo della Guida Pizzerie d’Italia è proprio il vino rosato del lago di Garda.

Quest’anno, i tre spicchi, sono stati affidati ad altre sei nuove pizzerie. La regione con il maggior numero di spicchi è la Campania, poi segue la Toscana, e poi il Lazio con la pizza in teglia.

>>> Il Blog di Eat Parade <<<

La migliore pizza gluten free va a Marco Amoriello della pizzeria Dal Guappo di Moiano (BN); pizzaiolo emergente di quest’anno è il giovane Alberto Morello, classe 1988, di Este (PD); il premio per la migliore carta dei vini e delle birre è andato alla pizzeria ‘O Scugnizzo di Arezzo e a Libero Arbitrio di Maiolati Spontini (AN); Il premio i Maestri dell’impasto è stato assegnato a Graziano Monogrammi de La Divina Pizza di Firenze e a Ciro Salvo di 50 Kalò di Napoli.

Expo – i panini imperdibili dello Zimbabwe: “Crocoburger” e “Zebraburger”

Infine,il premio le pizze dell’Anno è stato assegnato a Q.bio di Forlì per la sua Moroseta con porcini, tartare di Mora Romagnola, pecorino e spuma di uova; a la Sorgente di Guardiagrele (CH) per la sua Provocazione, con impasto a base di farina semintegrale con bufala affumicata, cipolla rossa di Tropea marinata, mandorle amare, miele di arancio e finocchietto selvatico; e a Pepe in Grani di Caiazzo per la sua Margherita sbagliata, infornata solo con mozzarella, con aggiunta, dopo la cottura, di salsa di pomodoro riccio e riduzione di basilico.

Non perdere tutti i nostri VIDEO DA EXPO 2015 con le interviste, i retroscena e i reportage di tutti i padiglioni: visita il nostro CANALE YOU TUBE

Comments are closed.