EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Teatro San Carlo. Pranzo di Pasqua per i senzatetto e per tutti i bisognosi di Napoli

Date - aprile 10, 2017 Category - News

COMUNICATO

EVENTO 12 APRILE

Teatro San Carlo. Pranzo di Pasqua per i senzatetto e per tutti i bisognosi di Napoli

 Mercoledì 12 aprile la Direzione del Teatro San Carlo,  e la Fondazione Istituto Tecnico Superiore per i Beni Culturali e Turismo (ITS Bact),in collaborazione con l’Istituto Alberghiero “Francesco de Gennaro di Vico Equense” daranno vita all’annuale evento sociale a favore dei poveri di Napoli. L’Accademia Medeaterranea ha l’onore di essere partner scientifico dell’evento, con l’obiettivo istituzionale di favorire la valorizzazione e divulgazione dello stile di vita e di alimentazione prospettato dalla dieta mediterranea (patrimonio Unesco scoperto in Campania).

E’ in questa ottica che Medeaterranea  dopo aver curato la comunicazione scientifica dell’Evento organizzato dalla Fondazione ITS Bact con l’Istituto Alberghiero Francesco de Gennaro, “Giornata Campana della Dieta Mediterranea -la cultura e la pratica –“ rappresentato all’Unesco a Parigi ai delegati dei 92 Paesi ospiti nel maggio 2016, oggi partecipa a questa gara di solidarietà, dove i giovani studenti campani degli Istituti coinvolti potranno far gustare anche ai nostri concittadini meno fortunati  alcune pietanze anch’esse patrimonio della terra che condividiamo.

Tutto questo è stato possibile grazie al dott. Nello Savarese che ne cura l’organizzazione e alla collaborazione e disponibilità offerta  da parte di alcuni partner consolidati, primi fra tutti, Sire Ricevimenti, Scaturchio Opera Cafè e l’Istituto Alberghiero Francesco de Gennaro di Vico Equense, dove hanno studiato con maestri eccellenti, un numero consistente di chef stellati della Campania e dove vengono “allevati” quelli che hanno lavorato per voi accompagnati  con orgoglio dal Dirigente dell’Istituto prof. Armando Izzo a cui chiedo di portare un saluto e dai docenti Tecchia, Malafronte, Di Vuolo, Matarese, Schirripu, Gerardo, Savarese.

Comments are closed.