EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

TRADIZIONI GASTRONOMICHE DELLE FESTE

Date - gennaio 25, 2016 Category - Uncategorized

Durante le feste intercorrono spesso i medesimi piatti a seconda del luogo, rispecchiando dunque la tradizione gastronomica locale e riportando alla memoria il cibo dimenticato.
La frittura è sempre stata protagonista delle feste e si ripropone in piatti conosciuti in tutto il mondo:

  • Pasta cresciuta. Conosciuta in Campania e nel Sud Italia sotto il nome di zeppole, presenta un impasto molto simile alla pizza. Queste palline vengono fritte e possono avere diversi ripieni (verdure, alici, pomodoro). Esistono anche in versione dolce, cosparse di zucchero come delle piccole graffe.
  • Cuddureddi. Tipiche della Calabria, sono frittelle a base di patate, farina, olio, lievito, acqua e sale. Vengono farcite con alici sott’olio e poi fritte.
  • Panzerotti. Una specialità pugliese, con dischi di impasto fritti e farciti con formaggi e salumi. Nella versione dolce contengono invece zucchero e miele.
  • Fritto misto alla romana. Verdure come broccoli, zucchine, cavolfiori e filetti di baccalà castellati in un connubio perfetto.
  • Castagnole friulane. Palline di impasto con l’aggiunta del liquore Strega e scorza di limone. Vengono fritte nell’olio e cosparse di zucchero.

Comments are closed.